Barça-Juve (ovvero della bellezza del calcio)

A chi dovesse chiedere  cosa c’è di bello nel calcio basterebbe rispondere raccontando dell’ultima vittoria in Champions League della Juventus contro il Barcellona al Camp Nou l’8 di dicembre.

Non era una finale né la partita della vita, ma vendicare la sconfitta dell’andata e conquistare il primo posto nel girone non era facile né scontato e soprattutto una prestazione del genere fa bene al morale e può cambiare l’approccio psicologico al resto della stagione per una squadra certamente forte ma che aveva mostrato ultimamente qualche limite nel produrre bel gioco oltre ai risultati.

In aggiunta a questo da segnalare un Buffon, portiere quarantaduenne, che si concede ancora tra i pali numeri da ventenne con tutta una carriera davanti.

È solo un esempio tra tanti, l’ultimo per spiegare ancora una volta perché il calcio è bello, nonostante tutto.

BLB