Vittorie, frange, Vandea, Stretto, mafia #spigolature

Sport e patria – Dopo la vittoria dell’europeo di calcio l’estate 2021 continua per l’Italia con quaranta medaglie alle Olimpiadi di Tokio. Successi che contribuiscono a esaltare l’unità e il senso di patria. Qualcuno reputa lo sport qualcosa di futile. Se anche dovesse avere ragione è comunque un bene se può diventare un’occasione di (ri)partenza per un Paese non solo provato dalle ferite attuali, ma anche e soprattutto da quelle storiche e identitarie.

Tifo pandemico – È diventato assai difficile in questo tempo di pandemia prendere serenamente decisioni libere e ponderate in mezzo a frange contrapposte, probabilmente minoritarie ma oltremodo rumorose, di provax al limite dell’ipocondria e novax al limite dell’idiozia.

Preti uccisi ieri e oggi – Un sacerdote cattolico è stato ucciso in Vandea lunedì. La mente torna alla Vandea del XVIII secolo e ai massacri compiuti dai rivoluzionari francesi in quella regione della Francia contro combattenti, popolazione civile e anche preti e religiosi. Eventi lontani, diversi, eppure in un certo senso così vicini.

Ponte e parole – Lo Stretto di Messina è un tratto di mare caratterizzato da particolari venti e correnti e… dalle parole di chi ciclicamente punta decisamente a sud assicurando che il ponte, in un modo o nell’altro, presto si farà, subito contraddetto da chi invece sostiene che il ponte è meglio non farlo. Un gioco delle parti che potrebbe finire solo se l’opera venisse finalmente davvero realizzata oppure se si decidesse una volta per tutte che no, non se ne parli più, quest’opera non s’ha da fare.

Ponte e parole 2 – C’è chi ha di recente sostenuto che la mafia non sia interessata alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. La storia e la cronaca in realtà dicono che i cantieri sono uno degli ambiti di interesse della criminalità, quindi presumibilmente anche questa grande opera lo è. Ovviamente questo non è un buon motivo per non concretizzare certi progetti, ma non bisogna far venire meno la consapevolezza che criminali possano interessarsene e di conseguenza sarebbe bene cercare di predisporre le contromisure adeguate. Per questo certe dichiarazioni oltre che false sono soprattutto nocive.

BLB